La Vastes ci prova, poi si arrende…

Grottazzolina – Il ritorno fra le mura amiche della Vastes coincide con una gara proibitiva: al cospetto della banda di Tegazi, in netta crescita nelle ultime uscite, si presenta infatti la capolista sin qui incontrastata del girone, ovvero la Sistema X Collemarino di coach Cremascoli, un vero e proprio rullo compressore capace di inanellare fino a questo momento 9 vittorie nette in altrettanti incontri disputati, senza mai cedere neppure un set alle malcapitate avversarie di turno.

Una disputa da far tremare le gambe, insomma, eppure la Vastes delle ultime uscite ha chiaramente un’impronta volta a vendere carissima la pelle, e nel palas amico il tentativo di fare lo sgambetto alle favorite è quantomeno doveroso.

Ne viene fuori un avvio di gara molto piacevole, in cui Grottazzolina dimostra che la crescita messa in atto nelle ultime settimane sta portando i suoi frutti, e di contro le ospiti quasi sorprese dall’intensità messa in campo da Ricci e compagne nel parziale di apertura.

La Vastes parte infatti a razzo, prendendo margine e rendendo la vita durissima a Mancini e socie, tanto che più volte la Sistema X ha provato a riagganciare le locali, senza però riuscirvi mai definitivamente. Chirurgiche le parallele di Forti a sorprendere la difesa anconetana, gli fa eco Di Chiara con un ottimo turno al servizio ed anche al centro Grottazzolina raccoglie frutti. Collemarino paga in avvio le assenze di Hawa Bah e di Anna Cardinali e nel riassestarsi impiega quel tanto che basta per dare alla Vastes l’onore di soffiare alla fortissima formazione di Cremascoli il primo (ed unico) set sinora lasciato per strada.

Al rientro in campo il match gira, Collemarino torna a picchiare come ormai solito, e la reazione è davvero veemente tanto che la Vastes ne esce disorientata, soprattutto per il cambio di marcia tanto repentino quanto disarmante delle ospiti. Inizia così un’altra partita, totalmente di senso opposto a quanto visto sinora, tanto che l’andamento dei parziali è forse la testimonianza più eclatante della superiorità messa in campo da Longarini e compagne.

Coach Tegazi si gioca la carta Aliberti al posto di Di Chiara (come anche nel primo set) cercando di ripetere l’impresa messa in atto contro San Severino, ma la Sistema X è davvero spietata. Nel terzo set la Vastes cambia la diagonale inserendo Bottoni e Moscati in luogo di Capancioni e Concetti, e sul 5-15 nuovamente in campo Aliberti per Di Chiara; Collemarino è però un fiume in piena, batte forte e difende tutto la formazione anconetana che chiude nuovamente con un netto 14-25.

Il quarto parziale vede Collemarino prendersi subito un break a Muro con Longarini per il 1-3; sul punteggio di 4-9 l’incontro vede un’interruzione prolungata da parte del direttore di gara per verificare le rotazioni in campo ed al rientro la Vastes prova a rifarsi sotto fino al 7-9. Tiene Grottazzolina fino al 10-12, dopodiché è di nuovo fuga da parte della Sistema X che con Tabossi e Longarini scappa via e legittima una vittoria con l’ennesimo 14-25 che spegne definitivamente ogni velleità su sponda locale.

Poco da recriminare, tutto sommato, per una Vastes che finché è riuscita a tenere botta ha messo in pratica un’ottima pallavolo, per poi arrendersi però ad una formazione che sin qui si sta dimostrando una macchina pressoché perfetta. Testa dunque al prossimo match, decisamente più alla portata, sebbene in trasferta in quel di Monte San Giusto.

11^ Giornata: Vastes Grotta 50 – Sistema X Collemarino 1-3

Vastes Grotta 50: Aliberti, Andreozzi (L1), Bottoni, Capancioni, Concetti, Di Chiara, Ferroni, Forti, Marini (L2), Moscati, Perini, Ricci (K), Sabbatini, Sgarzoni. All. Tegazi All2. Perini Dir. Acc. Ricci

Sistema X Collemarino: Belegni, Cotoloni, Cremascoli (K), Fracascia, Longarini, Mancini (L), Massaccesi, Rossi, Rossini, Tabossi. All. Cremascoli Ro. All2. Cremascoli Ri. Dir. Acc. Bilò

Arbitro: Gatti Paolo
Parziali: 25-23 14-25 14-25 14-25